La Primula Palinuri - il fiore simbolo del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano
Il logo del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano
fiore del cilento

Il territorio del Parco Nazionale del CilentoLe aree protette del Parco Nazionale del CilentoI musei del Parco Nazionale del CilentoSiti Archeologici del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di DianoItinerari del Parco nazionale del CilentoFlora del Parco Nazionale del CilentoFauna del Parco Nazionale del CilentoFigli e ospiti illustri del CilentoStoria del Parco Nazionale del CilentoMiti e leggende del Parco nazionale del CilentoProdotti tipici del CilentoRicette del CilentoTradizioni del Parco Nazionale del Cilento

A Castellabate presentazione del libro “I trulli di Alberobello”

Domenica 22 luglio, alle 21, nell’ambito della rassegna Libri Meridionali, verrà presentato il libro di Annunziata Berrino “I trulli di Alberobello”. L’incontro si terrà alle 21 al Castello dell’Abate. Dopo gli interventi istituzionali dell’assessore alla Cultura del Comune di Castellabate Luisa Maiuri e dell’assessore al Turismo Antonio Florio, parleranno del libro assieme all’autrice Lorenzo Durazzo, dottore di ricerca in Storia all’Università Aldo Moro di Bari e Marisa Prearo, esperta di turismo e già presidente dell’Ept di Salerno.
«Alberobello è bello, pittato col pennello, pittato con l’inchiostro, Alberobello è tutto nostro». Un paesaggio, quello dei trulli, tanto pittoresco da sembrare dipinto; una vicenda così delicata e controversa da far versare fiumi di inchiostro; un bene così prezioso da dover essere difeso ad ogni costo. «Alberobello è tutto nostro» conclude la filastrocca. Un’appartenenza fermamente rivendicata: ma da chi? Dalla popolazione, dalla nazione o dall’umanità tutta intera? Questa filastrocca popolare riassume in due battute questo libro, che prende il via dalla scoperta dei trulli da parte della cultura europea nel secondo Ottocento e si conclude con l’iscrizione di Alberobello nella lista dell’Unesco, esplorando, con una prospettiva storica, la delicata questione della gestione di ambienti e comunità e il suo intreccio con l’evoluzione del turismo.
Annunziata Berrino insegna Storia contemporanea nell’Università di Napoli Federico II. Tra le sue pubblicazioni: «L’eredità contesa. Storie di successioni nel Mezzogiorno prenapoleonico» (Carocci, 1999), «La Spina. Uno yacht del Novecento» (Allemandi, 2009) e «Storia del turismo in Italia» (Il Mulino, 2011). Dal 2002 cura l’annale «Storia del turismo» dell’editore Franco Angeli.

Post che potrebbero interessarti

Permalink

Condividi questo articolo:

Prossimi eventi

0razio Lembo . 22 Novembre 2012
In occasione del Natale 2012 torna puntuale "Mercatoinfesta", Mostra Mercato di artigianato e di sap...
0razio Lembo . 22 Novembre 2012
La Sagra del Fagiolo fa emergere dal passato le antiche taverne e con esse i personaggi caratteristi...
0razio Lembo . 22 Novembre 2012
Lungo le vie del suggestivo centro storico di Perito, un unico e intenso profumo di pietanze tipiche...
0razio Lembo . 11 Giugno 2012
La Transmarathon è una corsa estrema a tappe sui sentieri e sulle strade del Parco Nazionale del ...
0razio Lembo . 11 Giugno 2012
Durante la seconda guerra mondiale, tra il 28 ed il 29 marzo 1941 nelle acque a sud del Peloponneso,...